Follow Me

Copyright 2015 D.Rossi Photography All Rights Reserved P.I. 01502790296

Wet Plate Collodion – Ambrotype

D_Rossi-ambrotype001

Iniziai a studiare il collodio umido nell’anno 2009.

All’ epoca dovetti raccogliere le ricette in vari libri e darmi alla sperimentazione nel poco tempo disponibile. Imparai a farmi qualsiasi cosa, mi scontrai con un sacco di problematiche e a causa di questo, trovai un modo personale di interpretare la tecnica.

Impiegai molto tempo e fatica per iniziare a vedere qualche risultato, praticamente era una ricerca che si basava sulla risoluzione dei problemi.

A fianco la mia prima lastra riuscita, rappresenta una foglia di ortensia appoggiata sul muretto del mio studio, capii in quel momento che quel tipo di fotografia era completamente diverso nella luce e nell’esposizione.

Attualmente realizzare delle immagini al collodio umido è molto facile, esistono gruppi  sui social dove è possibile confrontarsi con molte persone, vi sono forum molto tecnici che trattano nello specifico l’argomento e si trovano tutte le chimiche già pronte per l’uso.

Nel caso invece si voglia fare un’esperienza pratica, imparare a conoscere bene le chimiche, a gestire luce e strumenti divertendosi con cabernet e salame, ricordo che esistono i miei workshops…

Davide Rossi

Un ritratto ai confini del tempo
Un Ambrotipo e' un' immagine che resta per sempre, un ritratto deve sopravvivere al tempo e fermare un' istante della vita, e' qualcosa di molto prezioso che deve raccontare emozioni attraverso gli occhi.

Strumenti, attrezzi, soggetto

Gallery 1
Questa gallery è composta principalmente di immagini realizzate in esterni durante il " COLLODION PARTY", manifestazione da me organizzata nel 2011, una festa piena di fotografia al collodio umido e tante persone che hanno condiviso la propria passione divertendosi.

Gallery 2
Sono affascinato dai segni che il collodio lascia sul supporto, evitando la filtratura delle chimiche prima dell'uso, si ottiene  una sorta di scambio interattivo con il mistero, gestualità di lavorazione e polveri, scrivono un linguaggio tutto da interpretare intorno al soggetto. Un velo di mistero avvolge la luce imprigionata dentro il vetro.